Presentata alla stampa l’offerta formativa dei nuovi Licei

Sabato 17 gennaio, in una biblioteca gremita ed entusiasta e alla presenza di rappresentanti dei genitori e degli alunni della terza classe della Scuola Secondaria di I Grado, è stato presentato ai giornalisti l’innovativo progetto educativo-didattico: una vera e propria sfida che l’Istituto San Benedetto lancia per il nuovo anno scolastico 2015-2016.

La Dirigente Scolastica, prof.ssa Maria Concetta Tamburrini, dopo aver salutato e ringraziato per la presenza i numerosi ospiti intervenuti, ha dato il via alla conferenza lanciando il nuovo spot video “Più grandi insieme”, realizzato dallo studio di comunicazione Nerokiaro per la campagna iscrizioni per l’a.s. 2015-2016. A prendere la parola poi è stato il Padre Abate Dom Donato Ogliari che, dando ancora più spessore a quanto affermato nel discorso di insediamento in cui aveva salutato l’Istituto San Benedetto definendolo “luogo in cui ogni mattina si rinnova un atto di speranza per le nuove generazioni”, ha ribadito con forza e decisione il valore aggiunto che la San Benedetto intende offrire alle famiglie ed agli studenti del cassinate: “La specificità della nostra scuola sta nell’educare l’individuo nella sua integritá, nell’educarlo alla vita e non solo a conoscenze e competenze. In questo l’abbazia non farà mancare il suo appoggio affinché ciò avvenga in maniera gioiosa”.

È intervenuto poi Dom Luigi di Bussolo, Presidente della Fondazione San Benedetto, che dal 1994 gestisce per conto dell’Abbazia di Montecassino, l’Istituto San Benedetto. Le sue parole hanno messo l’accento sul “cuore” dell’Istituto: “La nostra scuola, come ci insegna in ogni suo più piccolo passaggio la Regola di San Benedetto, punta sulla centralità delle persone: una scuola funziona bene quando forma persone che insieme costruiscono qualcosa. E’ per questo che nel claim “Più grandi insieme” del nostro spot,  l’accento è messo proprio su insieme: vogliamo divenire qualcosa insieme, vogliamo crescere insieme, vogliamo costruire insieme persone vere”.

Ha quindi preso la parola la Dirigente che ha illustrato brevemente alcune delle innovazioni introdotte nell’Istituto negli ultimi tre anni: collegamento in fibra ottica e ingresso nella rete GARR, affiancamento della sezione Primi Passi alla Scuola dell’Infanzia, strutturazione di un curricolo verticalizzato che copre la didattica dell’intero ciclo scolastico, uso delle LIM, dei tablet e del registro elettronico, apertura del sito web www.istitutosanbenedetto.net e dei canali social.

Certamente, però, il centro della conferenza è stata la presentazione dei nuovi Licei per l’a.s. 2015-2016: un Liceo Classico che sperimenta nuove discipline quali la Logica e le Lingue Comparate, e un nuovissimo Liceo Scientifico che introduce lo studio delle discipline giuridico-economiche. In entrambe le proposte si distingue l’inserimento del bilinguismo: 6 ore settimanali di inglese veicolare nel Liceo Classico e 8 ore nel Liceo Scientifico. Il tutto organizzato attraverso l’attivazione di classi articolate in cui si alternano discipline di indirizzo comune, con discipline di indirizzo specifico. 

Fondamentale anche l’apporto degli ospiti esterni: il Prof. Gianrico Ranaldi, ordinario della Facolta di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, e la Dr.ssa Maria Felicita Ferraro, ex studentessa dell’ Istituto. Entrambi, dal proprio punto di vista, hanno documentato, con la loro esperienza professionale ed umana, che la rinnovata sfida dell’Istituto S. Benedetto possiede tutti gli elementi per accompagnare la formazione  di tanti giovani studenti, ponendosi all’avanguardia nel panorama delle proposte didattiche e in perfetta linea con le direttive europee.

In particolare il Professor Ranaldi ha sottolineato che: “Il multiculturalismo è un’opportunità” e che “l’Istituto San Benedetto va proprio in quella direzione”. Maria Felicita ha concluso augurando a tutti gli studenti presenti quello che in questa scuola è successo per lei: “Il metodo di studio che ho imparato qui al Liceo San Benedetto l’ho portato con me all’università, alla Luiss, a Vancouver e in ogni altro luogo dove sono stata”.

Il saluto delle autorità civili presenti ha chiuso una giornata davvero importante per la nostra scuola!